La storia del nostro Istituto

Alla fine dell’Ottocento, arrivò nel nord Italia una delegazione di Suore di Santa Croce, partite dalla loro Casa Madre di Ingenbohl, sul Lago di Lucerna nella Svizzera interna.

Nel 1923 il Prevosto di Besozzo, don Filippo Malvestiti affidò loro il doposcuola dei bambini all’oratorio maschile e il corso di cucito per le ragazze.

Nell’aprile 1924 fu offerta alle suore una casa in vendita con parecchi locali e tanto terreno, situata sopra un’altura a pochi passi dalla chiesa parrocchiale del paese. Da Ingenbohl arrivò il nullaosta per le trattative di acquisto e il 20 agosto 1924 arrivò anche l’autorizzazione ad aprire un collegio per studenti in Besozzo Superiore.

NACQUE COSÌ IL ROSETUM, il cui nome è legato a Santa Teresina di Lisieux, la Beata delle rose, tuttora patrona dell’Istituto.

Nel novembre 1924 partì il funzionamento regolare del Collegio che, di anno in anno, vedeva aumentare il numero delle convittrici, per cui sorse la necessità di avere a disposizione uno spazio maggiore.

A poco a poco, al primitivo stabile si aggiunsero altre costruzioni: ultima nel tempo, nel 1970, l’ala dell’attuale edificio scolastico.

Dal 1942 è operante la SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO (ex scuola Media).

I corsi triennali di Lingue straniere sono sopravvissuti fino al 1984, anno in cui hanno ceduto il posto, dopo 60 anni, al LICEO LINGUISTICO.

Nel 2001 prende avvio graduale la SCUOLA PRIMARIA.

Nel 2014 viene attivato il LICEO SCIENTIFICO opzione scienze applicate.

Dal 2018 si è attivato anche il LICEO LINGUISTICO QUADRIENNALE (ad oggi unico in provincia di Varese) che andrà a sostituire il Liceo Linguistico tradizionale

Ai sensi dell’art. 1 Legge n. 124/2017 c. 125-129 si precisa che la Fondazione beneficia di contributi pubblici.

Fondazione Istituto Rosetum  - CF. 92033000123 - P.IVA 03638620124